zamponi.jpg

UN MESE DI (QUASI) NORMALITA’

Continua ormai da un mese l’attività sportiva del settore giovanile della GROTTESE CALCIO e MONTOTTONE-GROTTESE. Il mercoledì i giovanissimi, sotto la guida del Mister Anacleto Pochini, svolgono allenamento al Valenti mentre le categorie dei Primi Calci, Pulcini e Esordienti si ritrovano ogni venerdì al sintetico del Picchi sotto la guida dei 3 Mister Matteo Pazzi, Paolo Ricci e Claudio Andreozzi. Le sedute di allenamento sono improntate, innanzitutto, al rispetto rigoroso delle norme ANTI-COVID : non utilizzo degli spogliatoi, autocertificazione obbligatoria, rilevazione della temperatura prima di accedere al rettangolo di gioco e mantenimento delle distanze di sicurezza; un grazie in questo senso va a tutti i dirigenti che si prodigano, attraverso la loro collaborazione, per mettere i bambini nelle condizioni ottimali per potersi allenare. Il fatto di non poter effettuare le “partitelle” permette agli istruttori di avere più tempo a disposizione per curare altri aspetti che sono alla base delle attività ludico-sportive dei bambini, i quali hanno metabolizzato il fatto di dover rispettare le regole che in questo periodo ci vengono, giustamente, imposte. Si cerca di sviluppare le capacità motorie dei bambini con esercizi a corpo libero (un semplice rotolamento o una semplice capriola non sono cose scontate per i bambini di oggi), si prova a migliorare le loro capacità coordinative con proposte specifiche e soprattutto si cerca di far nascere una vera amicizia tra il bambino e il pallone…. Quello con la palla è per i bambini, soprattutto all’inizio, un rapporto di odio-amore perché talvolta la palla sfugge al loro controllo o alle loro intenzioni di gioco. Più il bambino si innamora e gioca con la palla e più la tecnica si affina fino ad arrivare al punto di poter trascorrere intere ore a giocare da solo con la palla. Tutto quanto sopra è importante ma il fine che la nostra attività vuole raggiungere è quello di far socializzare i bambini; ci siamo assunti la responsabilità di tornare ad allenarci in un momento così difficile proprio per tirare fuori dalle loro case i bambini che per lunghi mesi hanno trascorso le loro giornate davanti a televisioni, video giochi e…..merendine. Aspettiamo anche i bambini di quelle famiglie che sono ancora titubanti nel mandare i loro figli ad allenarsi, comprendiamo perfettamente la loro preoccupazione ma possiamo rassicurarle che le nostre attività sono svolte nel rispetto innanzitutto dei bambini, delle loro famiglie e delle regole ferree che ci vengono date.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *