zamponi.jpg

Con TRE Punte si DIFENDE meglio

Se si analizzano i sistemi di gioco adottati, si nota come oggi siano pochissime le squadre che utilizzano la difesa a tre mentre quasi tutti adottano la difesa a quattro. Uno dei principali vantaggi della difesa a quattro è che consente, per il fatto di creare facilmente superiorità numerica sugli esterni, uno sviluppo agevole della fase di possesso permettendo la partenza dell’azione con il giro palla dei quattro difensori. Sostanzialmente con il giro palla si riesce a spostare l’azione dal lato forte al lato debole per attaccarlo in superiorità. Una volta che si libera il laterale del lato debole l’azione offensiva inizia con basi solide e spesso porta quasi sempre alla conclusione.

Con i sistemi a due punte è quasi impossibile impedire questo approccio, a meno che non si obblighi gli attaccanti ad un lavoro estenuante di pressione che certamente lascerà il segno in termini di lucidità da parte delle punte durante la fase del possesso.

E in tali situazioni accade che i difensori riescono a giocare palla “Tranquilli” verso i centrocampisti i quali ricevono palle di ottima qualità ed hanno, quindi, buonissime possibilità di servire bene gli attaccanti che, quindi, avranno ottime opportunità di realizzare gol.
Se, invece, fosse possibile pressare i laterali questi avranno tre possibilità:

  1. Giocano una palla sporca (non ben indirizzata, non rasoterra) sul centrocampista che quindi avrà il problema di controllare il pallone prima giocarlo, e quindi sarà facilmente marcabile e comunque non potrà mai giocare palla facilmente sulle punte che, quindi, non potranno concludere;
  2. Lanciano lungo sulle punte che a quel punte avranno a che fare con palloni di scarsa qualità e difficilmente giocabili;
  3. Giocano palla sul centrale difensivo che a sua volta ha due scelte:
    1. Giocare palla centralmente su un centrocampista che normalmente è girato di spalle alla porta avversaria, o è marcato, quindi, in ogni caso costretto a giocare in condizioni difficili e quindi non porterà nessun pericolo;
    2. Lanciare lungo e quindi, quasi sempre, riconsegnare palla agli avversari.

Adottando tre punte sarà molto facile in fase di non possesso schierarne due sui due terzini avversari e una al centro. Questa collocazione rende impossibile far partire la manovra dell’avversario dai laterali e di fatto impedisce una costruzione efficace da parte degli avversari.
Il risultato sarà che creando meno azioni gli avversari segneranno anche poco ma non perché abbiamo una buona difesa ma perché abbiamo….UN BUON ATTACCO.

Sui vantaggi, e sono tantissimi, delle tre punte contro le difese a tre mi soffermerò prossimamente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *