FERMATI TUTTI I CAMPIONATI REGIONALI

Postato in: News |

cuuu.jpg

Comments Off

I RISULTATI DEL FINE SETTIMANA 15-16 DICEMBRE

Postato in: News |

⚽ Ecco i risultati del fine settimana 15/16 Dicembre ⚽
http://www.grottese.it/

1° CATEGORIA
Grottese - Amandola 0 - 0

PULCINI
I Tornei sono sospesi per la pausa invernale

PRIMI CALCI
I Tornei sono sospesi per la pausa invernale

Per i nostri amici di Montottone
2° CATEGORIA
Corva Calcio - Montottone 0 - 0

JUNIORES PROVINCIALI
Montottone - Pedaso 2 – 1

ESORDIENTI
Montotttone - Fermana
il risultato non conta #solopurodivertimento

resultati1.jpg

Comments Off

ALCOL E GIOVANI: E’ ALLARME IN ITALIA

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Alcol già a 11 anni
Gli esperti del settore indicano un preoccupante abbassamento della cosiddetta “età di prima assunzione”: a volte accade che questa avvenga persino fra gli 11 e i 12 anni. “La cosa che più preoccupa è che questo consumo avviene con gli amici fuori casa, nonostante ormai si conoscano i danni che causa l’alcol. Ci sono due aspetti che vanno tenuti presente. Il primo riguarda il tipo di consumo, il secondo ha a che fare con le conseguenze, anche molto gravi che possono verificarsi. Una volta il consumo in famiglia portava a progressivo adattamento e alla capacità di autocontrollarsi, che invece oggi sembra mancare. Va però ricordato che se in passato era considerato normale bere il vino ai pasti, fin da giovani, oggi gli studi hanno dimostrato in modo inequivocabile che l’alcol è dannoso almeno fino ai 18 anni, con conseguenze non solo a carico del fegato, ma anche del cervello e del sistema nervoso” spiega l’esperto.

Perché i ragazzi bevono?
E’ cambiato dunque il modo di bere, ma anche le motivazioni sono differenti. Le informazioni sugli effetti dell’alcol sono note, ma i casi come quello di Busto Arsizio continuano a verificarsi. “Da un lato i danni dell’alcol sono sottovalutati, dall’altro ci sono meccanismi sociali che rendono difficile per un adolescente contrastare la pressione del gruppo dei pari: i ragazzi hanno bisogno di stare con i coetanei e pur di far parte del gruppo si adeguano, non riescono ad opporsi e finiscono con l’omologarsi, imitando i compagni che bevono” spiega Roberto Di Monaco, che insiste sul ruolo delle agenzie
educative: scuola e famiglie.

Che ruolo hanno le famiglie?
“Ciò che più manca è il dialogo, sia con gli insegnanti a scuola, sia con i genitori a casa. Non serve limitarsi a spaventare i ragazzi o impedirgli di uscire, ma non va bene neppure un comportamento troppo permissivo. Occorre, piuttosto, un dialogo più partecipato, specie con la madre. Spesso l’abuso di drink e cocktail è espressione di un disagio, dell’incapacità di contrastare la pressione che arriva dal gruppo dei pari, dei coetanei, non c’è la forza di dire di ‘no’, perché si ha paura di essere isolati. Molti giovani nelle nostre ricerche hanno manifestato la sensazione di sentirsi non valorizzati, sia a scuola che a casa” spiega il sociologo. “Paradossalmente gli studi hanno mostrato come a volte i ragazzi considerino un aiuto l’inapsrimento dei divieti sull’alcol, ma alzare l’età minima non è l’unica soluzione, anche perché le norme vigenti sono già facilmente aggirabili, se c’è un amico maggiorenne che può comprare alcolici. Quello che manca, invece, è la capacità di controllo dei propri comportamenti” dice Di Monaco.

Quali danni: dal fegato al sistema nervoso e cervello
I danni più noti dell’alcol sono quelli a carico del fegato, che insieme all’apparato digerente nei giovani maturano poco prima di 20 anni. Ma anche cervello e sistema nervoso subiscono le conseguenze, spesso irreversibili del consumo di drink alcolici. Se nel breve termine gli effetti possono essere una maggiore fragilità, sbalzi d’umore, riflessi lenti e perdita della memoria breve, ripercussioni si possono avere anche nel lungo periodo: “Gli studi dimostrano che l’alcol interagisce con la rigenerazione delle sinapsi alla base del sistema nervoso e del funzionamento del cervello, in termini di memoria e intelligenza. L’alcol nei giovani, nei quali questi collegamenti sono riorganizzati in modo massiccio, agisce sfoltendo e riducendo questi meccanismi e dunque influendo in modo negativo sulle performance del cervello. Gli effetti si possono notare subito nel rendimento scolastico, ma possono anche trascinarsi nel tempo” spiega Di Monaco.

Particolarmente a rischio sono le femmine, ossia proprio coloro che sempre più spesso bevono per non mangiare, a stomaco vuoto, per sentirsi sazie. Vasi e tessuti nei ragazzi non sono ancora in grado di sostenere lo smaltimento del processo etilico; il loro deterioramento più essere più rapido e può portare a danni anche nel lungo periodo, come la possibilità di tumori al cavo orale. “A volte, però, non occorre attendere del tempo, anche una sola sbornia può portare a coma etilico, specie nelle ragazze” aggiunge Di Monaco.

Comments Off

LA GROTTESE BLOCCA L’AMANDOLA

Postato in: News |

GROTTESE - AMANDOLA 0 - 0
GROTTESE: Coda, Donzelli, Marziali (51′ Pallotti), Traini, Del Dotto, Tiberi, Koita, Cappella, Pezzani (75′ Verducci), Raffaeli, Baldo. All. Moscetta.
AMANDOLA: Berardini, Fratini, Mercatanti, Testa, Trasatti, Tassi, Giovannini, Senghor, Maccari, Bernabei, Ndiour. All. Bucci.
ARBITRO: Paoloni di Ascoli Piceno

Grottazzolina

Termina senza reti la sfida tra Grottese e Amandola. Un pareggio giusto con entrambe le squadre che hanno provato a vincere fino alla fine. Dopo una prima fase di studio, al 28′ prima conclusione della gara con un tiro dal limite dei locali con Baldo, palla di poco fuori. Al 39′ risponde la squadra ospite con un tentativo all’interno dell’area di rigore di Bernabei deviato in angolo dal portiere Coda. Un minuto più tardi ci prova Ndiour ma anche in questa circostanza Coda è attento e blocca la sfera. Nella ripresa dopo dieci minuti è ancora Ndiour ad avere una buona opportunità ma l’estremo difensore locale respinge in angolo il tiro dell’attaccante ospite. Al 63′ occasione in mischia sugli sviluppi di un calcio d’angolo per Mercatanti ma il suo colpo di testa viene bloccato da Coda. All’ 84′ ghiotta occasione per Koita in contropiede, la sua conclusione termina di pochissimo a lato della porta difesa da Berardini. Nei minuti finali è la Grottese a provarci maggiormente ma il risultato non si sblocca e la sfida termina a reti bianche.

Comments Off

ALCOL IN STRADA

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Trastevere, bevono alcol in strada: cinque giovani multati per 750 euro

Bevono alcol in strada a Trastevere e vengono multati per l’ordinanza antialcol. Ad essere sanzionati, cinque giovani: bevevano alcolici e superalcolici in contenitori di vetro e dovranno pagare 750 euro. Anche un pub è stato sanzionato dai militari perché sorpreso a servire bevande alcoliche ai propri clienti dopo le 2 di notte, oltre l’orario consentito dall’ordinanza sindacale, per un importo di 280 euro. I carabinieri hanno ispezionato anche cinque attività commerciali, identificato oltre 200 e controllato oltre 50 mezzi. Solo due le contravvenzioni elevate per infrazioni al Codice della strada.
Durante i controlli del fine settimana, i Carabinieri di Trastevere, coadiuvati dai Carabinieri dall’8° Reggimento Lazio, hanno anche arrestato due ladri, un italiano e un polacco, di 37 anni, entrambi disoccupati e senza fissa dimora, sorpresi a rubare uno scoter. Dopo l’arresto i due sono stati accompagnati in caserma e trattenuti, in attesa del rito direttissimo mentre, lo scooter è stato riconsegnato al legittimo proprietario. Sempre nel corso dei controlli, i militari hanno segnalato alla competente Autorità, quale assuntore, un giovane studente di 15 anni, incensurato, che a seguito della perquisizione personale è stato trovato in possesso di 1 grammo di hashish, ad uso personale.

Comments Off

SQUALIFICA PER BLASFEMIA

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Bologna Fc, la BESTEMMIA di Poli non sfugge alla prova tv. Un turno di stop

L’espressione blasfema pronunciata nella gara di Coppa Italia contro il Crotone: Poli salterà il match del 13 gennaio contro la Juve. Intanto Inzaghi avrà tutta la rosa a disposizione per l’Empoli
Bologna, 7 dicembre 2018 – Iniziano ad arrivare le prime decisioni del Giudice Sportivo dopo il quarto turno di Coppa Italia, conclusosi ieri sera con la partita tra Torino e Sudtirol. E riguardano anche Andrea Poli, centrocampista del Bologna che, durante la sfida contro il Crotone – vinta agilmente dai rossoblù per 3 a 0 – è stato “chiaramente inquadrato dalle riprese televisive mentre proferiva un’espressione blasfema, individuabile senza margini di ragionevole dubbio”.

Il numero 16 dei felsinei, di conseguenza, dovrà scontare la giornata di squalifica, che gli impedirà di scendere in campo contro la Juventus il 13 gennaio per la partita che vale l’accesso ai quarti di finale. Decisiva la prova tv, che ha inchiodato Poli e che costringerà Inzaghi a pensare ad un sostituto per la gara contro i bianconeri.

Comments Off

ALCOL E ALCOLISMO

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

“Alcol e alcolismo: tra piacere e dipendenza” alla Biblioteca nazionale

La Biblioteca Nazionale “Vittorio Emanuele III” di Napoli ospita “Alcol e alcolismo: tra piacere e dipendenza”, il nuovo appuntamento delle “Scuole territoriali della salute emotiva e comportamentale”, gli appuntamenti divulgativi per condividere con i cittadini le idee e le buone prassi del benessere psichico, in programma giovedì 29 novembre alle 16.

«Si parla sempre più spesso dell’abitudine dei più giovani di consumare alcol e del rapporto che i ragazzi hanno con le bevande alcoliche e con le bevande energetiche, i cosiddetti “energy drink”, e pare che tra essi il “bere responsabilmente” non sia quasi per nulla contemplato – afferma il dottor Barretta –. Quasi 4 giovani su 10 non hanno idea dei danni che comporta l’assunzione di un mix di alcol ed energy drink. Mentre, negli Stati Uniti, l’abuso di alcolici non solo è la terza causa prevenibile di morte, ma è anche uno dei motivi più comuni di morti premature, con circa 88mila decessi l’anno stimati tra il 2006 e il 2010».

Le “Scuole territoriali della salute emotiva e comportamentale” sono promosse da “Health Point”, il progetto ideato dal direttore scientifico del Centro Noesis di Napoli, lo psichiatra Vincenzo Barretta, col sostegno del Rotary Club Napoli “Castel dell’Ovo”. L’iniziativa si avvale anche del supporto della Fondazione Istituto Antoniano, del Centro Studi “AdAstra”, della Fondazione Pellegrini e di Asso.Gio.Ca.

Comments Off

I RISULTATI DEL FINE SETTIMANA 1-2 DICEMBRE

Postato in: News |

⚽ Ecco i risultati del fine settimana 1-2 Dicembre ⚽
http://www.grottese.it/

1° CATEGORIA
Grottese - Azzurra Mariner 0 - 0

PULCINI
Grottese – Union Calcio
Davvero bravi i nostri ragazzi, che contro i pari età dell’Union Calcio hanno dato vita ad una gran bella partita, ricca di gol e di emozioni #solopurodivertimento

PRIMI CALCI
Bellissima cornice di colori e di pubblico, e tanto tanto DIVERTIMENTO, per il concentramento svolto a Grottazzolina dove si sono confrontati i bambini.
A partecipare Grottese, e Real Viola, alla quale va il nostro piu grande ringraziamento. #solopurodivertimento

Per i nostri amici di Montottone
2° CATEGORIA
Valtesino - Montottone 0 - 0

JUNIORES PROVINCIALI
Montottone – Juve club Tolentino 2 – 2

ESORDIENTI
Elite Sangiorgese - Montottone
il risultato non conta #solopurodivertimento

resultati.jpg

Comments Off

GROTTESE: ARRIVA UN ALTRO PAREGGIO

Postato in: News |

GROTTESE - AZZURRA MARINER 0 - 0
GROTTESE: Coda, Donzelli, Pallotti, Traini, Del Dotto, Tiberi, Diallo (75′ Jommi), Baldo, Koita, Raffaeli, Verducci. All. Moscetta.
AZZURRA MARINER: Perozzi, Ottaviani, Curzi, Massi, Shkreta, Silvestri, Nespeca (62′ Neroni), Chiappini, Amabili (72′ Testa), Cameli, La Grassa. All. Coccia.
ARBITRO: Cocci di Ascoli Piceno

NOTE: al 59′ Perozzi para un calcio di rigore a Raffaeli

Grottazzolina

Termina senza reti la sfida tra Grottese e Azzurra Mariner. I locali si mordono le mani per aver sprecato alcune buone chance, in particolar modo il calcio di rigore parato da Perozzi a Raffaeli. Primo tempo all’insegna dell’equilibrio con la Grottese che si fa preferire andando vicina al vantaggio con Raffaeli che da ottima posizione calcia alto sopra la traversa. I portieri di entrambe le squadre sono poco impegnati se non nell’ordinaria amministrazione e le difese riescono ad avere la meglio sugli opposti attaccanti. Nella ripresa la gara è più avvincente con i padroni di casa che prendono in mano il controllo del gioco. Al 54′ clamorosa occasione per Koita che su un lancio dalle retrovie di Tiberi, si trova tutto solo davanti all’estremo difensore ospite ma l’attaccante di casa calcia addosso al portiere sprecando la ghiotta chance. Al 59′ il direttore di gara assegna un calcio di rigore alla squadra di Grottazzolina per un fallo ai danni di Diallo. Dal dischetto Raffaeli calcia ma Perozzi intuisce e ribatte la conclusione del numero 10 giallorosso. La squadra di mister Moscetta non demorde nonostante il penalty sbagliato e ha un’altra importante occasione con Koita che però perde l’attimo giusto e l’azione sfuma. L’Azzurra Mariner cerca negli ultimi quindici minuti di venire fuori creando un pericolo all’ 80′ con La Grassa la cui conclusione all’interno dell’area di rigore termina alta sopra la traversa. Nel finale di gara non si registrano ulteriori tentativi di rilievo e la sfida termina dunque a reti bianche. Un pareggio che lascia molto amaro in bocca ai grottesi mentre al contrario rappresenta un buon punto per la squadra ospite.

Comments Off