Divertirsi senza alcol: il sober party

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

All’estero è diventata ormai una moda, che dall’Australia ha contagiato le principali capitali del mondo: lo scopo è rinunciare all’alcol, senza rinunciare al divertimento.

Il sober party è una reazione naturale all’aumento del consumo di alcol fra i giovani, soprattutto durante le feste, secondo la funesta credenza che per divertirsi non si possa fare a meno di bere.

Il sober party - il party sobrio - sfata questo mito: non si rinuncia né al divertimento, né al piacere di bere un drink. Come è possibile? Il segreto sta nella tecnica di preparazione dei cocktail: l’alcol viene fatto evaporare completamente. Anche gli orari sono più naturali: anziché di notte, i party senza alcolici si svolgono di pomeriggio.

Mentre all’estero il party sobrio è diventato una vera e propria moda, in Italia non ha riscosso ancora successo, eccetto qualche pioneristico esperimento. Sicuramente da noi il consumo di alcol non ha raggiunto livelli altamente critici come accade nel Nord Europa o neglio USA; tuttavia è il caso di ragionare su qesto nuovo concetto di party, in cui l’alcol è out, per ragioni educative e di salute pubblica.

Comments Off

Meritato pareggio della Grottese con il Monsampietro Morico

Postato in: News |

GROTTESE - MONSAMPIETRO MORICO 1 - 1
GROTTESE: Natalucci, Biancucci, Vallati (17′ Troka / 84′ Elezi), Traini, Abbruzzetti, Del Dotto, Scriboni, Costi (73′ Pezzani), Galdo, Ungaro, Tassotti. All. Moscetta.
MONSAMPIETRO MORICO: Paolucci, De Carolis, Ferretti, Cocci, De Carlonis, Antolini, Polozzi (86′ Avallone), Smerilli, Carca (73′ Recchioni), Soprano, Ciccola (56′ Forò). All. Silenzi.
ARBITRO: Caponi di San Benedetto del Tronto
RETI: 5′ Carca, 93′ Galdo
NOTE: Espulso De Carlonis al 77′ per proteste

Grottazzolina. Termina in parità la sfida tra Grottese e Monsampietro Morico. Al 5′ Carca scatta sul filo del fuorigioco cogliendo impreparata la difesa locale e supera l’incolpevole portiere Natalucci, portando in vantaggio la squadra ospite.

La Grottese reagisce ed al 14′ Costi colpisce la traversa con un tiro a botta sicura a pochi metri dalla linea di porta. Al 24′ Scriboni con una bella azione personale semina il panico nella difesa ospite ma la sua conclusione termina alta sopra la traversa. Il Monsampietro Morico non sta a guardare e sfiora il raddoppio in un paio di circostanze in contropiede con la difesa locale che si salva con affanno.

Nella ripresa i locali attaccano con ancor più insistenza ed al 51’ su un’altra splendida azione dell’incontenibile Scriboni, Costi si trova a tu per tu col portiere ospite ma il numero 8 locale spreca una ghiottissima occasione calciando contro l’estremo difensore Paolucci. La Grottese continua ad attaccare ma i ragazzi di Mister Moscetta sono poco precisi sotto-porta e sprecano ottime chances per pareggiare.

Al 77′ il Monsampietro Morico resta in inferiorità numerica per l’espulsione di De Carlonis per proteste. I locali, forti anche dell’uomo in più, cingono d’assedio la retroguardia di Mister Silenzi e vedono premiati i loro sforzi al 93′, quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo ben battuto dall’ottimo Scriboni, Galdo con un preciso colpo di testa infila la sfera alle spalle del portiere del Monsampietro Morico, siglando il gol del meritato pareggio. La partita termina qui col risultato di 1 a 1.

Comments Off

Vigile urbano segnala guasto e lo sottolinea con un bel bestemmione

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Il quotidiano La Repubblica, venerdì scorso, ha riportato una notizia che oscilla fra l’agghiacciante e l’esilarante.

A Milano, un vigile urbano, esasperato dal malfunzionamento di una telecamera di sicurezza della zona di sua pertinenza, ha deciso di segnalare per l’ennesima volta il guasto nel suo brogliaccio di servizio, un sorta di verbale da lasciare agli atti, in cui l’agente è tenuto a segnare tutto ciò che accade durante la giornata.

Il vigile, però, ha deciso di segnalare il guasto, eccedendo un po’ con l’enfasi: ha terminato il rapporto con una sonora bestemmia, proprio prima della firma.

L’accaduto non è passato inosservato ai suoi superior chei hanno deciso di multarlo con una sanzione pari a quattro ore lavorative. Il vigile, impenitente, ha per tutta risposta fatto causa al comune, che si è costituito in giudizio, accettando di rivedere la sanzione.

Si può capire l’ira dell’agente, per il guasto mai riparato nonostante le ripetute segnalazioni, ma sicuramente non ha scelto il modo migliore per attirare l’attenzione.

Egli avrebbe accettato un simile comportamento da suo figlio o da uno studente incontrato per strada? No di certo.

E’ assolutamente fondamentale che chi ricopre un ruolo di responsabilità dia il buon esempio. I giovani sono lo specchio degli adulti: genitori, professori, politici, agenti delle forze dell’ordine, etc. etc., debbono essere i primi a fungere da modello esemplare.

Troppo facile dare la colpa ai giovani; troppo semplicistico accusare la superficialità delle nuove generazioni! Ogni effetto ha una causa, ogni generazione è specchio della precedente.

Spezziamo la catena!
nobestemmia

Comments Off

Un mondo pulito è un mondo senza bestemmie

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Il 23, 24 e 25 settembre si svolgerà come ogni anno “Puliamo il Mondo”, il più importante appuntamento di volontariato ambientale: comuni e associazioni di volontariato individuano dei luoghi da ripulire dai rifiuti, coinvolgendo enti, scuole e cittadini.

L’immondizia è una bestemmia: offende con ignoranza la bellezza del nostro paesaggio, delle nostre città e la dignità dei cittadini.

Quante volte vediamo immondizia abbandonata lungo le strade, bottiglie di plastica, mozziconi di sigarette, chewing gum, addirittura rifiuti ingombranti ammassati in discariche abusive, lungo i fossi e i fiumi?

Vivere in un ambiente pulito non è solo una questione di salute ed educazione: dove c’è degrado, la stessa vita si degrada. Le persone perdono il senso del bello, perdono il piacere di vivere in un luogo senza lordura, e soprattutto, perdono il senso della legalità e del rispetto altrui: se tutti gettano immondizia per strada, perché io non dovrei fare lo stesso?

Ma se tutti bestemmiano, allora è lecito bestemmiare?

“Puliamo il mondo” è una bella iniziativa, un’occasione splendida di partecipazione attiva, per tenere pulite le nostre città e le nostre campagne.

Partecipa anche tu! Trova il tuo comune: http://www.puliamoilmondo.it/index.php?option=com_gmapfp&view=gmapfplist&Itemid=269

E se non c’è, scrivi alle autorità cittadine, suggerendo loro di partecipare all’iniziativa. C’è tempo fino al 14 settembre.

Comments Off