La tripletta di Galdo batte la Valtesino

Postato in: News |

GROTTESE - VALTESINO 3 - 2
GROTTESE: Quesada, Troka (50′ Liberati), Ciuccarelli, Mame, Moscetta, Cappella, Tassotti, Vallati, Galdo, Ungaro, Traini. All. Brancozzi.
VALTESINO: Mandozzi, Orsolini, Pellegrino, Parigiani, Mattioli, Kaja, Croci, Curzi (46′ Calvaresi), Cocci, Mori (85′ Angellotti), Pagliarini (46′ Capriotti). All. Pezzuoli.
ARBITRO: Serpentini di Fermo
RETI: 18′, 52′ e 60′ Galdo, 35′ e 43′ Kaja

Grottazzolina. Finisce con un pirotecnico 3 a 2 in favore dei locali il match tra Grottese e Valtesino. Al 18′ la squadra di Grottazzolina passa in vantaggio: cross di Vallati dalla destra, colpo di testa di Traini che termina sul palo; sulla ribattuta Ungaro appoggia a Galdo, che dentro l’area piccola non ha difficoltà a depositare la sfera in rete. Al 35′ la squadra ospite riagguanta il pareggio con Kaja: con un tiro centrale da oltre trenta metri supera Quesada, incerto nella circostanza. Sempre Kaja, a pochi istanti dal termine del primo tempo, fa passare in vantaggio la Valtesino con un preciso colpo di testa.

Nella ripresa la Grottese entra in campo con la voglia di ribaltare il risultato. Al 52′ i padroni di casa raggiungono il pareggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo si genera una mischia in cui il più lesto di tutti è Galdo, che riesce a siglare il gol del 2 - 2. Lo stesso numero 9 locale, al 60′, con un magistrale colpo di testa su punizione di Ungaro segna la rete del vantaggio per la Grottese.

Nel finale la Valtesino cerca di portarsi in avanti alla ricerca del pareggio mentre la squadra di Grottazzolina si rende pericolosa in contropiede. Il risultato non cambia e la partita termina con la vittoria dei locali per 3 a 2. Nel prossimo turno, il team di Mister Brancozzi sarà ospite dell’Altidona Pedaso, squadra in lotta per un posto playoff. F. M.

Comments Off

La Cuprense interrompe l’imbattibilità dei Grottesi

Postato in: News |

CUPRENSE - GROTTESE 1 - 0
CUPRENSE: Paolini, Del Zompo, Pica, Cameli (81′ Nassek), Troiani, Ruggeri, Dimitri, Zahraoui N., Di Girolamo, Pignotti (86′ Zahraoui A.), Mascitti (88′ Lucidi). All. Pomili.
GROTTESE: Quesada, Ciuccarelli, Vallati (61′ Verducci), Traini, Moscetta, Mame, Tassotti, Cappella, Galdo, Ascenzi (59′ Troka), Ungaro (79′ Verdicchio). All. Brancozzi.
ARBITRO: Montanelli di Ascoli Piceno
RETI: 31′ Di Girolamo

Cupra Marittima. Termina, dopo 15 risultati utili consecutivi, la striscia d’imbattibilità della Grottese nello scontro diretto d’alta classifica contro la Cuprense.

Visto l’andamento della partita il risultato più giusto sarebbe stato il pareggio, ma alla fine ha avuto la meglio la squadra di Cupra Marittima. Poche le occasioni nel corso del match; alla fine se ne contano due per parte con le due squadre che non hanno fatto vedere nulla di trascendentale. Alla mezz’ora, nella prima vera chance, la Cuprense passa in vantaggio: Di Girolamo riceve palla sulla destra, si accentra e lascia partire un sinistro che supera l’incolpevole portiere ospite Quesada (complice anche la fortuita deviazione di Moscetta).

Nella ripresa la squadra di Grottazzolina ha una ghiottissima palla gol per pareggiare: bel cross dalla destra del neo-entrato Troka, Traini a pochissimi metri dalla linea di porta manda la sfera sopra traversa. Poco dopo altra occasione per la Grottese su calcio d’angolo ben battuto da Moscetta: la sfera danza pericolosamente all’interno dell’area di rigore, ma sul secondo palo né Verdicchio né Cappella riescono ad intervenire.

Nel finale contropiede pericoloso della Cuprense con il neo-entrato Lucidi che, tutto solo davanti a Quesada, si fa ipnotizzare dal portiere ospite.

Nonostante la sconfitta, nessun dramma in casa grottese: la lunga striscia di risultati utili prima o poi sarebbe dovuta terminare e comunque il campionato è ancora lungo visto che mancano 7 giornate al termine. In classifica i ragazzi di Mister Brancozzi si trovano al secondo posto a tre punti di distanza dalla capolista Piane di Montegiorgio. Un punto più in basso si piazza la Cuprense, mentre a due punti di distacco dalla squadra di Grottazzolina staziona l’Atletico Porchia. Nel prossimo turno la Grottese cercherà di riscattarsi ospitando la Valtesino, squadra scorbutica ed impaludata nella bassa classifica. F. M.

Comments Off

Baby alcolizzati, una tragica realtà

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Inghilterra. Fra il 2008 e il 2012, sono stati 380 i casi di abuso di sostanze alcoliche in bambini d’età inferiore a 10 anni. Sì, il dato è scioccante e in una percentuale non trascurabile di casi, non si è trattato di consumo accidentale, ma di veri e propri casi d’alcolismo.

Il caso più grave è stato quello di un bambino di 7 anni, che ha confessato al personale ospedaliero di essere un alcolizzato e di fatto presentava tutti i segni fisici e psichici dell’alcolismo. Così è accaduto anche ad una bambina di 8 e poi ad un bambino di 3 anni.

E non è solo l’Inghilterra a vantare l’atroce primato. Nel 2014, fece il giro del mondo la foto di un bambino cinese di 2 anni che beveva avidamente una bottiglia di birra. Pare che anche questo fosse un drammatico caso di alcolismo infantile.

Statisticamente è appurato che l’alcolismo infantile si riscontra in famiglie in cui almeno un coniuge ha problemi con l’alcol. A volte, inoltre, sono gli stessi genitori che somministrano bevande alcoliche ai figli.
Se confrontati con il totale della popolazione, ci troviamo di fronte ad un ristretto numero di casi, che però sono in tragico aumento. Il consumo di bevande alcoliche fa parte da millenni della nostra cultura e della nostra dieta, ma sta cambiando il nostro modo di rapportarci ad esso. Specialmente i giovani vedono nell’alcol una possibilità di evasione, un modo per distinguersi, una fonte di divertimento.
Noi adulti, educatori e genitori, abbiamo il dovere di far comprendere ai più piccoli, sin dall’infanzia, gli enormi rischi che uno smodato consumo di bevande alcoliche può provocare, sia a livello fisico che a livello psichico. S. B.

Comments Off

Grottese invincibile: un’altra straordinaria vittoria dei ragazzi di Mister Brancozzi

Postato in: News |

GROTTESE - MONTERUBBIANESE 3 - 0
GROTTESE: De Simone (25′ Verducci), Ciuccarelli, Traini J. (63′ Troka), Traini M., Moscetta, Mame, Tassotti M. (82′ Costi), Cappella, Galdo, Ascenzi, Liberati. All. Brancozzi.
MONTERUBBIANESE: Monaldi A., Caterini (56′ Mouhine), Mircoli, Erba, Antonelli, Attorresi, Tassotti D., Lelli (40′ Cipolletti), Monaldi S., Di Gennaro (69′ Massucci), Rossi. All. Romanelli.
ARBITRO: Paoloni di Ascoli Piceno
RETI: 18′ e 50′ Moscetta, 31′ Galdo

Grottazzolina. Vittoria netta per la Grottese al cospetto di un’opaca Monterubbianese. I locali si portano in vantaggio al 18′, su punizione dal limite dell’area di Moscetta: la palla viene deviata dalla barriera e termina in rete, spiazzando completamente il portiere ospite Andrea Monaldi. Due minuti più tardi l’estremo difensore locale, De Simone, compie un intervento prodigioso su un colpo di testa di Stefano Monaldi. A causa dello sforzo, però, il numero 1 della Grottese s’infortuna alla spalla ed è costretto ad uscire; al suo posto entra Verducci.

Al 31′ arriva il raddoppio della squadra di casa con Galdo che sfrutta un perfetto assist di Ciuccarelli e a pochi metri dalla linea di porta infila la sfera alle spalle di A. Monaldi. Nel finale di tempo il difensore Mircoli della Monterubbianese viene espulso per doppia ammonizione, lasciando la squadra ospite in inferiorità numerica.

Nella ripresa, dopo appena cinque minuti di gioco, la Grottese mette al sicuro l’incontro siglando la rete del 3 a 0: punizione velenosa di Moscetta dalla sinistra con la palla che termina in rete nell’angolo basso alla destra del portiere. La Monterubbianese cerca di dimezzare quanto meno lo svantaggio, ma l’unica vera occasione per gli ospiti capita al 79′ con un tiro dal limite dell’area che colpisce la traversa.

La squadra di Grottazzolina sfiora nel finale anche la quarta marcatura ma il risultato non cambia ed i grottesi festeggiano il quindicesimo risultato utile consecutivo, rimanendo in vetta alla classifica a pari merito con il Piane di Montegiorgio. Nel prossimo turno la squadra di Mister Brancozzi farà visita alla forte Cuprense, squadra che si trova al quarto posto in classifica. F. M.

Comments Off

Bestemmia e picchia i bambini, arrestata una maestra d’asilo

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Circa un paio di settimane fa, una notizia scioccante ha fatto il giro del Web: nel modenese, una maestra d’asilo è stata sottoposta agli arresti domiciliari, accusata dalle autorità di maltrattamento aggravato.

La maestra 52enne, abusando del proprio ruolo, avrebbe maltrattato i piccoli allievi, con spinte, ceffoni e insulti, fra cui - pare - anche bestemmie. Ad accorgersene, sono stati i genitori delle piccole vittime, terrorizzate dal solo pensiero di andare a scuola.

Tale sconvolgente episodio lede l’immagine della nostra scuola dell’infanzia, considerata dai maggiori studiosi mondiali di didattica come una delle migliori al mondo, specialmente in Emilia Romagna, dove peraltro si è svolto il fatto.

Le istituzioni dovrebbero vigilare meglio sulla condotta degli insegnanti, soprattutto di coloro che sono a contatto con i più piccoli e che rivestono dunque un ruolo educativo di particolare delicatezza.

Le maestre della scuola dell’infanzia svolgono un ruolo centrale: preparare le nuove generazioni a tutti i contenuti della nostra civiltà. Cerchiamo di tutelarle maggiormente, controllando che nessuna “scheggia impazzita” possa infangare il loro prezioso lavoro.

Per i bambini le parole hanno un potere magico: evocano la meraviglia del mondo. Avvezziamoli alla poesia, raccontiamo loro le fiabe, tieniamo il loro animo sensibile il più lontano possibile dalla volgarità linguistica. S. B.

Comments Off

La Grottese pareggia e sale in vetta a pari merito con il Piane di Montegiorgio

Postato in: News |

COSSINEA - GROTTESE 1 - 1
COSSINEA: Bordoni, Silvestri, Grilli (90′ Perozzi), Lucidi, D’Angelo N., Iobbi, Mignucci (80′ Malavolta), Mestichelli, De Signoribus (80′ Angelo F.), Matricardi, Celestini. All. Marchei (squalificato).
GROTTESE: De Simone, Ciuccarelli, Vallati, Mame, Moscetta, Traini J. (46′ Ascenzi), Tassotti, Cappella, Galdo, Costi (62′ Verducci), Traini M.. All. Brancozzi.
ARBITRO: D’Isidoro di Ascoli Piceno
RETI: 68′ Mignucci, 73′ Galdo

Cossignano. Pareggio agrodolce per la Grottese, che sul difficile campo di Cossignano ottiene il 14° risultato utile consecutivo (9 vittorie e 5 pareggi). La squadra di Grottazzolina avrebbe meritato sicuramente di più, ma le contemporanee ed inattese sconfitte casalinghe (contro Piane di Montegiorgio ed Atletico Porchia) permettono ai grottesi di agguantare la squadra montegiorgese in vetta alla classifica.

Primo tempo equilibrato: le due squadre non si rendono particolarmente pericolose, con le difese che hanno la meglio sugli attaccanti.

Nella ripresa la squadra di Mister Brancozzi tiene in mano il pallino del gioco, fino a che al 68′ la Cossinea non approfitta di una palla persa a centrocampo dai grottesi: al termine di una veloce ripartenza, Mignucci servito in area batte l’estremo difensore De Simone portando in vantaggio la squadra cossignanese. I grottesi reagiscono subito e cinque minuti dopo Galdo, su assist di Ascenzi, sigla la rete del pareggio.

A dieci minuti dal termine dell’incontro la Cossinea rimane in dieci, a causa dell’espulsione di Iobbi per doppia ammonizione. La Grottese in vantaggio numerico cerca con ancora più convinzione la rete del vantaggio, sfiorandola in qualche circostanza. La partita termina in parità numerica dopo l’espulsione di Vallati per somma di ammonizioni.

Il pareggio porta i grottesi a quota 42 punti, in cima alla classifica a pari merito con il Piane di Montegiorgio (sconfitto 0 a 1 dal Carassai), un punto al di sopra dell’Atletico Porchia (sconfitto 1 a 2 dal Lapedona). Si fa sotto pericolosamente la Cuprense che con la vittoria casalinga per 2 - 1 ai danni del Torrione sale a 38 punti. Un campionato dunque apertissimo ed avvincente con la Grottese che nel prossimo turno affronterà tra le mura amiche l’ostica Monterubbianese, squadra in lotta per un posto nei playoff. F. M.

Comments Off

Veramente l’alcol è un rimedio contro il freddo?

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Quante volte capita di bere un goccino per scaldarsi, specie nelle giornate invernali più gelide?
In realtà, che l’alcol riscaldi è vero solo a metà.
L’alcol infatti è un vasodilatatore e scatena una reazione endotermica: per essere metabolizzato richiede calore. Il calore liberato dalla vasodilatazione provoca una sensazione di calore; ma in realtà, quel calore non viene acquistato, ma ceduto dal corpo durante la reazione.
Quando la vasodilatazione diminuisce, la sensazione di calore finisce; anzi, poiché il corpo ha ceduto una parte del proprio calore, si ha una sensazione di freddo. Ecco perché, dopo una colossale sbornia, si avverte un freddo intenso e si ha bisogno di scaldarsi.
Bere alcolici durante una prolungata esposizione al freddo è dunque la cosa più sbagliata che si possa fare, perché espone al rischio d’ipotermia.
Bere responsabilmente significa conoscere perfettamente tutti gli effetti dell’alcol e non soltanto la marca del liquore alla moda o la cantina più rinomata del vino che stai tracannando.
Sfatiamo le false credenze ed educhiamo con saggezza i nostri ragazzi. La birra, il vino, gli amari, etc. sono bevande squisite, ottime per un momento di meditazione o di convivialità; ma il loro consumo va limitato per due motivi:
1) perché si gusta solo ciò che di cui si gode con parsimonia;
2) perché ne va della loro salute e, spesso ahimè, della loro vita.
S. B.

Comments Off

Un clamoroso fuorigioco regala il pareggio all’Atletico Porchia

Postato in: News |

GROTTESE - ATLETICO PORCHIA 1 - 1
GROTTESE: De Simone, Traini J., Ciuccarelli, Traini M., Moscetta, Mame, Vallati (88′ Costi), Cappella, Galdo, Ungaro, Tassotti. All. Brancozzi.
ATLETICO PORCHIA: Terenzio, De Angelis (71′ Rosati), Valente, Grelli, Pesce, Paoloni (46′ Subrini), Latini, Polini, Bollettini (78′ Falciani), Alessandrini, El Hassani. All. Spinozzi.
ARBITRO: Bellagamba di Macerata
RETI: 8′ Vallati, 64′ Alessandrini

Grottazzolina. Finisce in parità la sfida tra Grottese ed Atletico Porchia, squadre appaiate al secondo posto in classifica, ad un punto di distanza dalla capolista Piane di Montegiorgio. Il pareggio soddisfa sicuramente la squadra ospite, ma lascia un po’ di amaro in bocca ai locali.

Inizio gara di marca grottese ed infatti i giallorossi di mister Brancozzi all’ 8′ si portano in vantaggio: cross dalla fascia sinistra di Ciuccarelli, il portiere ospite Terenzio esce male e ne approfitta Vallati che di testa sigla il gol del vantaggio. L’Atletico Porchia cerca di reagire e sfiora il pareggio al 21′ con Alessandrini che, dopo un errato disimpegno di Maicol Traini, si ritrova a tu per tu col portiere locale De Simone. L’attaccante ospite sbaglia tentando un pallonetto facilmente parato dall’estremo difensore giallorosso.

Due minuti più tardi Cappella ha una buona chance per raddoppiare, ma la sua conclusione dal limite dell’area termina di poco sopra la traversa. La prima frazione di gioco termina senza altre particolari occasioni di rilievo con la Grottese in vantaggio per 1 a 0. Nella ripresa, al 60′ batti e ribatti in area locale e difesa della Grottese che riesce a salvarsi con affanno. Quattro minuti più tardi arriva il contestatissimo pareggio ospite: lancio in avanti della retroguardia dell’Atletico Porchia verso l’attaccante Alessandrini, che scatta in netto fuorigioco: il direttore di gara, tra lo stupore generale, non segnala l’offside e il numero 10 dell’Atletico Porchia sigla la rete dell’ 1 a 1. Vibranti e giustificate le proteste dei giocatori di casa, ma l’arbitro Bellagamba di Macerata è irremovibile e convalida il gol.

La partita si infiamma ed al 76′ la Grottese sfiora la rete del vantaggio con Galdo che defilato sulla destra si ritrova a tu per tu col portiere Terenzio. La conclusione del numero 9 giallorosso termina di pochissimo a lato. Nei minuti finali è la squadra di Grottazzolina a cercare con maggior convinzione la vittoria, ma il risultato non cambia. Il big match della 20° giornata della Seconda Categoria girone G termina sull’ 1 a 1. Visto anche il concomitante pareggio della capolista Piane di Montegiorgio in trasferta sul campo dell’Agraria, le distanze al vertice rimangono immutate con la Cuprense che, fresca di vittoria sul campo del Lapedona, potrebbe svolgere il ruolo di quarto incomodo.

Comments Off