Il liceo bolognese che ha scelto di non perdersi in un bicchiere

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Bologna, 14 dicembre. Gli studenti del liceo Malpighi hanno partecipato ad un incontro con Emanule Scafato, direttore dell’Osservatorio nazionale alcol del Cneps (Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute). L’incontro si è svolto all’interno della campagna “Non perderti un un bicchiere”, promosso dal Ministero della Salute e dall’Istituto superiore di sanità, per sensibilizzare i giovani sul tema dell’abuso di alcol.

Il Dott. Scafato ha descritto in modo efficace tutti i rischi legati ad un consumo sconsiderato di bevande alcoliche, con particolare riguardo all’adolescenza.

Non tutti sanno che la capacità di metabolizzare l’alcol raggiunge la piena maturità non prima dei 20 anni e che bere alcol provoca sul medio-lungo periodo danni irreparabili al cervello. L’alco altera la percezione della realtà e rallenta i riflessi: per questo motivo, è la prima causa di morte fra i giovani. Senza considerarne poi le caratteristiche nutrizionali: bere un bicchiere di vino o birra è come mangiare in un mese 184 pacchetti di patatine o ingurgitare in un sol boccone 9 zollette di zucchero. Di certo, non è il più salutare dei cibi.

Il Dott. Scafato è riuscito a tenere desta l’attenzione dei ragazzi e coinvolgerli su questo tema delicato, difficile, importante. Dovrebbe essere un esempio per tutti noi che abbiamo a che fare con i ragazzi nei contesti più disparati. Mettiamoli al centro e facciamo capire loro l’importanza di non bere.

Ubriachiamoci di vita, non di alcol!

Comments Off

La Grottese chiude il 2015 con un’altra strabiliante vittoria

Postato in: News |

LAPEDONA - GROTTESE 0 - 3
LAPEDONA: Piergentili, Vittori (72′ Borri), Bracalente, Tammaro, Cameli, Postacchini, Calilli, Alessandrini M., D’Angelo, Lotito, Simoni (72′ Toccaceli). All. Alessandrini S..
GROTTESE: De Simone, Ciuccarelli, Vallati (70′ Verdicchio), Mame (44′ Verducci), Moscetta, Traini J., Tassotti, Cappella, Traini M., Galdo (80′ Troka), Ungaro. All. Brancozzi.
ARBITRO: Castelli di Ascoli Piceno
RETI: 57′ Cappella, 62′ (rig.) e 64′ Galdo.

Lapedona, 19 dicembre. La Grottese batte in trasferta il Lapedona per 3 a 0 concludendo il 2015 ed il girone d’andata al terzo posto con 30 punti. Ora la seconda posizione è ad un punto di distacco (Atletico Porchia), mentre il primo posto è lontano due lunghezze (Piane di Montegiorgio). Dietro ai grottesi, al quarto posto, troviamo Altidona-Pedaso e Monterubbianese (26 punti) seguite dalla Cuprense con 25 punti. Quest’ultima vittoria ha permesso alla squadra di Grottazzolina di proseguire la propria serie di risultati utili consecutivi (6 vittorie e 2 pareggi) e ha confermato lo stato di forma dei ragazzi di Mister Brancozzi.

Il primo tempo ha visto i giallorossi un po’ sottotono con il portiere De Simone decisivo nel deviare sulla traversa una punizione battuta a sorpresa da Calilli dal cerchio di centrocampo. Nell’occasione l’estremo difensore ospite rischia anche di infortunarsi ma fortunatamente non è nulla di preoccupante ed il forte numero 1 grottese può riprendere il proprio posto tra i pali.

Nella ripresa è tutta un’altra storia e la Grottese prende le redini del gioco siglando tre gol nel giro di sette minuti. Al 57′ su un calcio d’angolo battuto corto, Ungaro crossa la sfera all’interno dell’area di rigore e Cappella è abile nel superare il portiere locale Piergentili. Al 62′ il direttore di gara decreta un calcio di rigore a vantaggio degli ospiti per un netto fallo in area ai danni di Ungaro: dal dischetto Galdo realizza la rete del raddoppio. Due minuti più tardi lo stesso numero 10 giallorosso arrotonda il punteggio siglando il terzo gol.

La partita di fatto si conclude qui con la meritata vittoria della squadra di Grottazzolina. Ottimo l’arbitraggio del signor Castelli della sezione di Ascoli Piceno. Il prossimo turno vedrà la Grottese ospitare l’Agraria Club per la prima giornata di ritorno in programma Mercoledi 6 Gennaio alle ore 14:30.

Da tutta la Grottese Calcio un augurio speciale di Buon Natale e Felice 2016 a tutti gli sportivi e tifosi. F. M.

Comments Off

Grottese-Acquaviva: un 3 - 2 con un finale da brivido

Postato in: News |

GROTTESE - ACQUAVIVA 3 - 2
GROTTESE: De Simone, Ciuccarelli, Vallati, Mame, Moscetta, Traini J., Tassotti, Ascenzi, Traini M. (87′ Verdicchio), Galdo, Ungaro. All. Brancozzi.
ACQUAVIVA: Calvaresi, Crescenzi (51′ Pulcini), Viviani, Traini R. (77′ Bruni), Mosca, Rossi, Di Donato, Carboni, Amabili, Neroni M., Neroni Y. (66′ Liuzzi). All. Travaglini.
ARBITRO: Crocetti di Fermo
RETI: 10′ Tassotti, 16′ Ungaro, 25′ Galdo, 64′ Amabili, 90′ autogol Moscetta

Grottazzolina, 12 dicembre. La Grottese ottiene il suo settimo risultato utile consecutivo (5 vittorie e 2 pareggi) superando per 3 - 2 un’ostica Acquaviva.

Inizio di gara positivo per i padroni di casa che si portano in vantaggio al 10′ con Tassotti, che in mischia, grazie anche ad una deviazione fortuita di un difensore ospite, batte il portiere acquavivano Calvaresi.

I grottesi continuano ad attaccare ed al 16′ arriva il raddoppio dei locali con Ungaro, bravo nel tramutare in gol una bella azione corale. Passano nove minuti ed i giallorossi segnano anche la terza rete con Galdo che sfrutta una bella azione di Tassotti dalla fascia destra ed all’interno dell’area di rigore supera l’estremo difensore dell’Acquaviva. Il primo tempo si conclude cosi sul risultato di 3 - 0 con la Grottese padrona del campo.

Nella ripresa la musica cambia, i locali si rilassano troppo e l’Acquaviva ne approfitta trovando al 64′ il gol con un tap-in sotto-porta di Amabili. Gli ospiti continuano a spingere ed al 78′ Liuzzi, con un bel tiro da fuori area, colpisce la traversa. Al 90′, una sfortunata autorete di Moscetta riapre la partita: un brivido corre lungo la schiena dei nostri ragazzi, ma per fortuna nei minuti di recupero non accade più nulla. La Grottese porta a casa la vittoria consolidando la terza posizione. F. M.

Comments Off

L’apprendimento per imitazione: una grande risorsa per l’allenamento calcistico

Postato in: Metodologia di allenamento |

L’imitazione è una componente molto importante nell’apprendimento, che non va mai sottovaluta. Al di là del semplice “copiare”, è possibile imparare molto dall’osservazione-imitazione dei propri compagni, presi come modello.

Spesso, in ambito educativo si trascura la figura del tutor, ossia colui che affianca l’allievo con funzione di guida e rinforzo. L’ideale è che il tutor sia un coetaneo con maggiori abilità o uno studente con più esperienza. Il tutor, infatti, sviluppa una relazione più duttile e produttiva, perché l’allievo può essere molto più motivato a seguire l’esempio di qulacuno che sente vicino, come un compagno o un ragazzo più esperto.

Per questo, anche nel calcio è importante coinvolgere durante gli allenamenti i ragazzi più grandi. Questi ultimi, infatti, sono presi come modello dai più piccoli, che si sforzeranno di raggiungere gli stessi risultati. L’allenatore avrà la cura di far capire che imitare non significa semplicemente ripetere il modello, ma imparare da chi ha più esperienza e abilità.

Faccio un esempio: mettiamo che l’allievo non riesce a calciare correttamente un cross. Per aiutarlo, il mister chiama un giocatore più grande, che fa vedere al suo compagno come calciare. Ecco che miracolosamente l’allievo più piccolo riesce ad ottenere un tiro preciso, perché si appropria dello stile di uno che ha più esperienza e che non è un allenatore, ma un ragazzo come lui.

Nello sport, è molto importante promuovere la collaborazione fra ragazzi, sia della stessa squadra, sia di differenti fasce d’età, per stimolare l’apprendimento per imitazione, mediante l’individuazione di figure “tutor”. Ciò contribuisce anche a migliorare la percezione del lavoro di squadra, che nel calcio deve essere prioritario rispetto alla prestazione individuale. S. B.

Comments Off

Il Natale è alle porte: ricordiamoci di non bestemmiare

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Siamo ormai in pieno Avvento. Fra alberi, luci, corsa ai regali e mercatini, ricordiamoci di spendere qualche momento di riflessione sul nostro agire. Natale è la festa dei valori, della famiglia: non si celebra solo la nascita del Signore, ma l’amore universale verso il prossimo, amore che comincia dal rispetto. Il rispetto c’è quando consideriamo il nostro prossimo come persona, come un dono prezioso che arriva al nostro fianco.

Quando sentiamo bestemmiare qualcuno, dobbiamo ricordare che non sta offendendo solo Dio, ma anche chi è presente ed ascolta . Bestemmiare significa esercitare una violenza gratuita verso il prossimo, perché la bestemmia è pura violenza, violenza che è persino priva di un movente. Se ricevi un’offesa, perché invocare Dio? Perché bestemmiare il Principio? Perché non provare a chiedere spiegazioni?

Questo Natale, riflettiamo sul modo in cui agiamo. Cerchiamo di individuare i momenti in cui siamo stati blasfemi e domandiamoci perché e se è servito.

Spesso si bestemmia con il solo intento di imprecare. Bene, nel prossimo Natale sforziamoci di compiere un esercizio: se dobbiamo imprecare, sostituiamo la bestemmia e ogni volgarità con un pensiero diverso: ampliamo il vocabolario che la nostra splendida lingua ci mette a disposizione con amore. S. B.

Comments Off

Tre sofferti punti portano la Grottese al terzo posto

Postato in: News |

TORRIONE - GROTTESE 0 - 1
TORRIONE: Maroni, Mancini, Napoletani, Gaetani, Induti Al., Induti An., Rosetti (58′ Cavazzini), Corradetti, Perozzi, Clementi, Calvaresi (81′ Pazzaglia). All. Alfonsi.
GROTTESE: De Simone, Ciuccarelli, Vallati, Mame, Moscetta, Traini J., Ascenzi (46′ Tassotti), Cappella, Galdo, Ungaro, Traini M.. All. Brancozzi.
ARBITRO: Pantaloni di Ascoli Piceno
RETI: 84′ Traini M.

Porto D’Ascoli, 6 dicembre. Preziosissima vittoria esterna per la Grottese, che supera nel finale di gara il forte Torrione. Partita combattuta, benché le occasioni gol non sianno state molte sia da una parte che dall’altra. Davvero ammirevole l’impegno di entrambe le squadre, che sicuramente diranno la loro fino alla fine di questo campionato.

Match di sacrificio e diligenza per i ragazzi di Grottazzolina, che hanno saputo soffrire e serrare le fila quando ce n’era bisogno ed hanno colpito nel momento giusto portando a casa tre punti importantissimi. Il gol partita arriva all’ 84′ e la firma è di Maicol Traini che sfrutta al meglio l’assist di Moscetta da calcio piazzato: con un colpo testa da manuale batte Maroni, l’incolpevole portiere ospite.

Grazie a questo successo la squadra di Grottazzolina agguanta il terzo posto solitario in classifica con 24 punti, a sei lunghezze dalla capolista Atletico Porchia e a due dalla seconda della classe, il Piane di Montegiorgio. Dietro ai grottesi troviamo il Montefiore ad un punto di distanza; a seguire Altidona Pedaso e Cuprense a quota 22, quindi Torrione e Monterubbianese a 20. Un campionato davvero molto incerto, avvincente ed equilibrato.

Il prossimo turno vedrà i giallorossi di Mister Brancozzi impegnati Sabato 12 in casa contro l’ostica Acquaviva, squadra sempre pericolosa e da non sottovalutare. F. M.

Comments Off

La malasorte gioca un brutto scherzo alla Grottese Amatori

Postato in: News |

Futura 96 - Grottese: 1-0. La Grottese ha perso. Una partita non brillante, da nessuna delle due parti. La malasorte ha punito la Grottese. Punizione battuta dalla Futura, che coglie il portiere dal suo lato. Il portiere - in un momento senza lucidità - perde la coordinazione e la palla finisce in rete. I nostri mandano in vantaggio gli avversari, che portano a casa il risultato. Perdiamo la battaglia ma vinceremo la guerra! Ad meliora. S. P.

Comments Off

La Grottese conquista un pareggio inaspettato

Postato in: News |

GROTTESE - MONTEFIORE 1 - 1
GROTTESE: De Simone, Ciuccarelli, Vallati, Cappella, Moscetta, Traini J., Verducci (60′ Ascenzi S.), Tassotti, Galdo, Ungaro (68′ Verdicchio - 87′ Mame), Traini M.. All. Brancozzi.
MONTEFIORE: Ascenzi M., Lucidi, Gabrielli, Sacchini, Iacoponi, Petrini, Greganti, Centanni, Mattioli, Vallorani (64′ De Angelis), Belà. All. Cardelli.
ARBITRO: Moretti di Fermo
RETI: 29′ Belà , 80′ Vallati
Grottazzolina
Finisce in parità il match tra Grottese e Montefiore. Al vantaggio ospite di Belà al 29′ risponde all’ 80′ Vallati per i locali. La squadra di Grottazzolina approccia bene l’incontro andando perfino in gol al 4′ con Traini Jonni sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma, tra lo stupore generale, la signorina Moretti di Fermoannulla. Scampato il pericolo, il Montefiore esce dal guscio e la partita diventa più equilibrata anche se le occasioni da rete latitano sia da una parte che dall’altra. L’equilibrio si spezza al 29′ quando un cross del numero 11, ospite Belà, dalla fascia sinistra assume una traiettoria beffarda colpendo il palo interno e terminando in rete. I giallorossi provano a reagire e vanno vicini al pareggio nel finale di tempo ma il tiro a botta sicura di Traini M. viene respinto con i piedi dal portiere Ascenzi. Nella ripresa subito buona chance per Ungaro ma anche in questa circostanza l’estremo difensore del Montefiore riesce a respingere. La squadra di Mister Cardelli riesce a difendersi con ordine e per i grottesi diventa difficile trovare varchi all’interno dell’area di rigore avversaria. Al 73′ su un cross del neo-entrato Ascenzi Stefano è Traini M. ad impattare di testa ma la sfera termina di un soffio sopra la traversa. I ragazzi di Mister Brancozzi non demordono e riescono a trovare il varco giusto per raggiungere il pareggio all’ 80′ con Vallati, abile a sfruttare una sponda di Traini Maicol e a superare il portiere ospite. Tre minuti più tardi il Montefiore resta in 10 per l’espulsione di Sacchini, reo di una gomitata ai danni di Traini M.. La Grottese, forte anche della superiorità numerica, cerca fino alla fine di raggiungere la rete del vantaggio ma i tentativi dei locali non vanno a buon fine e la partita termina in parità sull’ 1 - 1. (F.M.)

Comments Off