Numeri vincenti lotteria di Natale!

Postato in: News |

Numeri vincenti lotteria di Natale organizzata dalla Grottese Calcio

1′ premio 22486
2′ premio 13142
3′ premio 24314
4′ premio 24390
5′ premio 22523

I premi sono ritirabili entro massimo 30 giorni dall’odierna pubblicazione

Comments Off

Fiuminata - Grottese 3-2

Postato in: News |

FIUMINATA : GIOVAGNINI DOMINICI PICCIONI MICONI ( 49° ROSSI ) PARRINI CALVIGIONI MICUCCI ( 66° CORRADINI ) RUGGERI A. ( 85° PELAGALLI ) MAGNANI SANTONI RUGGERI S. All. FERRANTI Voto Squadra 7
GROTTESE : BELGRADO PALLOTTA ( 46° VERDUCCI ) DEL PAPA PACCAPELO ( 35° SEGHETTA ) MOSCETTA CANNONI VERGARI FONTANA GALDO CARCACCHIONI UNGARO All. BRANCOZZI Voto Squadra 6,5

UNA DELLE PIU’ BELLE GARE DI QUESTO GIRONE D ‘ ANDATA QUELLA VISTA OGGI NEL RECUPERO TRA IL FIUMINATA E LA GROTTESE ( che non meritano assolutamente l ‘ ultimo posto in classifica ) , GLI OSPITI HANNO UNA SOLA ” PECCA ” ( che poi nei dilettanti a nostro parere e’ anche un pregio ) E CIOE’ CHE GIOCANO TROPPO A ” VISO APERTO ” E QUESTO CONTRO SQUADRE DI ” QUALITA’ ” IN ATTACCO COME QUELLA DELL ‘ ALTO MACERATESE QUESTO SI ” PAGA ” .

LA CRONACA : LA PARTENZA ERA A FAVORE DEGLI OSPITI , LA DIFESA LOCALE ” PASTICCIAVA ” E LA GROTTESE SI PORTAVA IN VANTAGGIO SU AUTOGOL DI PICCIONI .
IL FIUMINATA INCOMINCIAVA A GIOCARE SUBITO DI ” GRAN LENA ” E IL NUOVO ACQUISTO RUGGERI ALESSANDRO ” ( buon debutto ) ” GIOSTRAVA ” A CENTROCAMPO .
ALL ‘ 8° ARRIVAVA IL PAREGGIO , MAGNANI VENIVA LASCIATO ” COLPEVOLMENTE ” SOLO , IL CENTRAVANTI PUNTAVA LA PORTA E SIGLAVA IL GOL .

GLI OSPITI NON SI SCOMPONEVANO , MA TENEVANO ” ALTO ” IL BARICENTRO ED AL 21° ANCORA MAGNANI DI DESTRO INFILAVA L ‘ ANGOLINO ALLA DESTRA di BELGRADO . LA SQUADRA GUIDATA da FERRANTI ERA BEN ” BILANCIATA ” e CERCAVA di CHIUDERE la GARA , MA il PORTIERE BELGRADO AL 28° ( miracolo su tiro ravvicinato ) ED al 35° ( parata in angolo su pallonetto di Ruggeri S. ) NEGAVA AI LOCALI LA MARCATURA . FINIVANO I PRIMI 45 MINUTI SUL 2 a 1 .
LA RIPRESA INCOMINCIAVA SOTTO IL SEGNO DEGLI OSPITI CHE GIOCAVANO UN CALCIO ” MANOVRATO ” E DI BUONA FATTURA TENENDO PER 20 MINUTI IL COMANDO DELLE OPERAZIONI , ED AL 56 ° SIGLAVANO IL PARI CON UN BELLO SCHEMA SU PUNIZIONE : MOSCETTA DAVA PALLA RASOTERRA A UNGARO CHE DI PRIMA LA METTEVA SUL PALO OPPOSTO , SEMPRE RASOTERRA , ARRIVAVA VERGARI CHE DA DUE PASSI INSACCAVA .

I LOCALI RICOMINCIAVANO A PREMERE , PRIMA MAGNANI DI SINISTRO SFIORAVA IL PALO , ED AL 64° RUGGERI S. S ‘ INVOLAVA SULLA SINISTRA E METTEVA UNA PALLA A CENTRO AREA CHE CHIEDEVA SOLO DI ESSERE MESSA IN RETE, ARRIVAVA SANTONI DALLE RETROVIE ED INSACCAVA PER IL 3 a 2 .

GLI OSPITI SI BUTTAVANO IN AVANTI RISCHIANDO DI PRENDERE IN CONTROPIEDE IL 4° GOL , MA MAGNANI ( molto stanco avendo svolto un gran lavoro ) ) IN 3 OCCASIONI SI FACEVA ” IPNOTIZZARE ” DA BELGRADO E PER POCO ALL ‘ 85° GLI OSPITI NON RISTABILIVANO LA PARITA’ , MA IL PORTIERE GIOVAGNINI ERA BRAVO A BUTTARSI TRA I PIEDI DI UNGARO CHE DA DISTANZA RAVVICINATA STAVA PER BATTERE A ” BOTTA SICURA ” .
FINIVA COSI’ LA GARA SUL 3 a 2 PER I LOCALI ,MA GLI OSPITI USCIVANO A ” TESTA ALTA ” TRA I COMPLIMENTI . UN PLAUSO ALLA DIREZIONE DELLA SIGNORINA GAGLIARDI ALICE di SAN BENEDETTO CHE PRATICAMENTE NON HA SBAGLIATO NULLA

Comments Off

Alcol: chi beve energy drink ha piu’ probabilita’ di ubriacarsi

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Ma a cosa serviranno questi Energy Drink???

I giovani che consumano energy drink hanno anche una probabilita’ maggiore di bere alcolici, e di mixare le due bevande in una stessa sera, una pratica che puo’ portare a danni gravi alla salute. Lo afferma uno studio dell’universita’ del Michigan pubblicato dal Journal of Adolescent Health.

Lo studio e’ stato fatto su 779 studenti universitari che sono stati sottoposti a questionari periodici per tre anni e mezzo sulle loro abitudini e sulle conseguenze degli eventuali eccessi nel bere, corredati dai dati su altezza e peso usati per calcolare il tasso di alcol raggiunto nel sangue.

L’80 per cento dei soggetti studiati ha dichiarato di bere alcol, e il 51 per cento aveva consumato almeno un energy drink durante lo studio. Il 30 per cento ha ammesso di aver usato insieme le due bevande almeno una volta.

Gli studenti che consumavano piu’ energy drink erano anche quelli con un maggiore consumo di alcolici, raggiungevano picchi di alcol nel sangue e avevano una probabilita’ maggiore di ubriacarsi di avere conseguenze negative delle bevute. “Abbiamo scoperto che gli studenti tendono a bere di piu’ e a intossicarsi maggiormente nei giorni in cui usano energy drink e alcol - scrivono gli autori - rispetto a quelli in cui bevono alcol da solo.

Questo probabilmente e’ dovuto al fatto che le bibite alla caffeina diminuiscono la sensazione di ebbrezza, spingendo quindi i soggetti a bere di piu’. E’ importante che le persone sappiano che mescolare questi due ingredienti puo’ essere molto pericoloso!

Un mix devastante per i nostri ragazzi!!!

Comments Off

‘Cartellino rosso per le bestemmie in campo’. Ma non accade quasi mai…

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

‘Cartellino rosso per le bestemmie in campo. La Federcalcio interverrà con una specifica previsione nelle “decisioni ufficiali della Figc” per punire a tutti i livelli, anche attraverso la prova tv, questo tipo di comportamento.’

Così proclamava la FIGC in data 09/02/2010… Sono ormai passati 4 anni ma la situazione nei nostri campi da gioco non è che sia granchè migliorata!

“Interverremo sulle decisioni ufficiali per chiarire che all’interno di comportamenti offensivi e oltraggiosi rientra anche la bestemmia” dichiarava il presidente della Figc Giancarlo Abete.

“l’arbitro può sanzionare con il cartellino rosso un comportamento del genere. Se tale comportamento non verrà rilevato dal direttore di gara, sarà possibile intervenire attraverso la prova tv con una sanzione successiva”.

Un regolamento che esiste ma che, ancora, non viene quasi mai applicato… ed i nostri bambini e ragazzi, che assistono alle partite insieme a noi, sono i primi a pagarne le conseguenze (Uno spiacevole esempio sono i bambini in curva di Torino di ieri…)

Comments Off

GROTTESE - MONTEMILONE POLLENZA 2 - 3

Postato in: News |

GROTTESE: Belgrado, Verducci, Del Papa, Paccapelo, Fontana, Pallotta (74′ Silenzi), Carlacchiani, Mame, Galdo, Seghetta (79′ Isidori), Vergari. All. Brancozzi.
MONTEMILONE POLLENZA: Sorichetti, Campilia, Cuccagna, Mogliani, Pieristè (58′ Bove), Conforti, Diallo, Nicolai, Paccazocco (82′ Crocetti), Giannandrea (68′ Mogetta), Vendemmiati. All. Re.
ARBITRO: Lobene di San Benedetto
RETI: 9′ Giannandrea, 55′ Vendemmiati, 65′ e 89 (rig.) Galdo, 78′ Paccazocco.

Grottazzolina
Partita ricca di gol a Grottazzolina. Ospiti subito in vantaggio con Giannandrea abile ad infilarsi tra la difesa locale ed a superare Belgrado. La Grottese cerca di reagire ma non si rende particolarmente pericolosa dalle parti di Sorichetti. Al 55′ il Montemilone Pollenza raddoppia con Vendemmiati di testa. I locali non demordono ed a metà secondo tempo Galdo su assist di Mame sigla la rete che riapre la partita. Al 78′ Paccazocco in contropiede porta gli ospiti nuovamente in doppio vantaggio. La Grottese all’ 89′ con un rigore di Galdo accorcia nuovamente le distanze. I giallorossi ci provano fino alla fine ma il risultato non cambia ed il Montemilone Pollenza si aggiudica l’incontro per 2 - 3.

Comments Off

Salute: giovani maschi italiani ‘spericolati’, alcol, fumo e sesso a rischio

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Molto alcol, fumo, droghe e sesso a rischio. I giovani italiani sono ‘spericolati’ negli stili di vita. E’ la fotografia che emerge da una ricerca condotta su 10 mila ragazzi tra i 18 e i 22 anni. I dati hanno mostrato la diffusione di comportamenti a rischio, l’80% dei ragazzi ad esempio beve occasionalmente alcolici e il 30% addirittura ne abusa, più degli Stati Uniti dove solo il 50% dei ragazzi consuma alcolici.
Anche le droghe attraggono particolarmente i giovani maschi: le ha provate almeno una volta il 50% e le piu’ comuni sono la marijuana/hashish (provate dal 40-50%), il popper (12-17%) e la cocaina (8-10%). Il 29% dei ragazzi che ha partecipato all’indagine aveva assunto una droga nel mese precedente alla visita. Per quanto riguarda le sigarette, il 56% fuma in modo occasionale, mentre il 38% è un fumatore abituale. La media delle ‘bionde’ è di 6,5 al giorno ma il 30,8% dei ragazzi ne fuma piu’ di 10 e il 23% ha iniziato prima dei 13 anni.
E ancora, il 48,3% dei ragazzi ammette di non proteggersi durante i rapporti sessuali e il 59% non usa nulla per evitare una gravidanza.
Insomma dati preoccupanti che devono far riflettere!

Comments Off

Poverta’: allarme del vescovo ausiliare di L’Aquila su baby prostitute

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

‘Il fenomeno della prostituzione minorile di cui sono venuto a conoscenza grazie ad una confidenza e’ un fenomeno sempre diffuso tra i giovani non solo aquilani ma di tutta Italia. Vorrei che, pero’, la nostra attenzione si spostasse sul disagio che i nostri giovani vivono. Disagio che causa fenomeni come quello ricordato, oppure altri fenomeni ben noti come l’alcolismo. La poverta’ non e’ solo indigenza. Anche queste sono forme di poverta’ di cui i nostri giovani, magari sazi di tante cose materiali, soffrono sempre di piu’.
Queste sono le parole del vescovo ausiliare dell’Aquila, monsignor Giovanni D’Ercole, a margine di una conferenza stampa sui dati delle poverta’ in Abruzzo e Molise, un disagio che avrebbe spinto ragazzine anche sotto i 14 anni a prostituirsi pure per una ricarica telefonica.

Comments Off

Bestemmi? Scatta il cartellino azzurro, l’espulsione a tempo

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Una splendida novità in casa Csi Bologna che da quest’anno nel calcio ha introdotto il cartellino azzurro: una nuova sanzione che colpisce chi bestemmia in campo e che, un po’ come nella pallanuoto, causa l’espulsione a tempo per il giocatore che la subisce.
Il calcio spesso modifica i propri regolamenti, come accaduto con il fuorigioco, ed anche la FIGC per migliorare i comportamenti sul campo dovrebbe prendere spunto, soprattutto nei campionati giovanili giocati dai nostri ragazzi!
Il ‘rosso’ previsto dal regolamento odierno non viene quasi mai applicato ed è per questo che una punizione significativa e simbolica potrebbe essere un giusto espediente a quello che è uno dei peggiori atteggiamenti sul campo. NO ALLA BESTEMMIA NEL CALCIO!

Comments Off

Il discorso di Papa Francesco sullo sport – 23 Novembre 2013

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

Oggi vi riportiamo il discorso di pochi giorni fa che il nostro Papa Francesco ha pronunciato di fronte ai Delegati dei Comitati Olimpici Europei, a Roma in occasione della 42ma Assemblea Generale.
“Cari membri dei Comitati Olimpici Europei, buongiorno!
sono lieto di accogliervi in occasione della vostra Assemblea. In particolare saluto il vostro Presidente e il Presidente del Comitato Internazionale, e li ringrazio per le loro parole. Attraverso di voi, vorrei esprimere il mio apprezzamento a quanti, a livello europeo, sono impegnati a favorire, attraverso lo sport, lo sviluppo delle persone e la fratellanza sociale.
Il legame tra la Chiesa e lo sport è una bella realtà che si è consolidata nel tempo, perché la Comunità ecclesiale vede nello sport un valido strumento per la crescita integrale della persona umana. La pratica sportiva, infatti, stimola a un sano superamento di sé stessi e dei propri egoismi, allena allo spirito di sacrificio e, se ben impostato, favorisce la lealtà nei rapporti interpersonali, l’amicizia, il rispetto delle regole. È importante che quanti si occupano di sport, a vari livelli, promuovano queivalori umani e religiosi che stanno alla base di una società più giusta e solidale. Questo è possibile perché quello sportivo è un linguaggio universale, che supera confini, lingue, razze, religioni e ideologie; possiede la capacità di unire le persone, favorendo il dialogo e l’accoglienza. Questa è una risorsa molto preziosa!
Desidero incoraggiare le istituzioni e le organizzazioni, come la vostra, che propongono, specialmente alle giovani generazioni, itinerari sportivi di formazione alla pace, alla condivisione e alla convivenza tra i popoli. È tipico dell’attività sportiva unire e non dividere! Fare ponti e non muri. Anche i cinque anelli intrecciati, simbolo e bandiera dei Giochi Olimpici, stanno proprio a rappresentare lo spirito di fratellanza che deve caratterizzare la manifestazione olimpica e la competizione sportiva in generale.
Quando lo sport viene considerato unicamente secondo parametri economici o di conseguimento della vittoria ad ogni costo, si corre il rischio di ridurre gli atleti a mera mercanzia da cui trarre profitto. Gli stessi atleti entrano in un meccanismo che li travolge, perdono il vero senso della loro attività, quella gioia di giocare che li ha attratti da ragazzi e che li ha spinti a tanti veri sacrifici e a diventare campioni. Lo sport è armonia, ma se prevale la ricerca smodata del denaro e del successo questa armonia si rompe.
Voi, come dirigenti olimpici, siete chiamati a favorire la funzione educativa dello sport. Tutti siamo consapevoli della grande necessità di formare sportivi animati da rettitudine, rigore morale e vivo senso di responsabilità.
Formulo a tutti voi un sincero augurio per il vostro lavoro e invoco la benedizione del Signore su di voi, sui vostri familiari e su quanti prenderanno parte ai prossimi Giochi Olimpici e alle altre vostre iniziative. Grazie.
Adesso vorrei dare a tutti voi, a tutti quelli che voi rappresentate, a tutto il mondo dello sport, a quelli che si preparano per i prossimi Giochi Olimpici, la benedizione del Signore. Per tutti noi una benedizione piena di grazia e piena d’amore. Ognuno di noi preghi il Signore chiedendo questa benedizione…”

Comments Off

SOS GIOVANI: il consumo di alcool cresce tra gli adolescenti

Postato in: Blog Nobestemmia.it |

L’Italia è sempre più simile all’Inghilterra e ai paesi nordici, almeno per quanto riguarda le abitudini connesse all’assunzione di bevande alcoliche. Il consumo di queste ultime aumenta drammaticamente tra i giovanissimi del nostro paese (anche tra i pre-adolescenti), senza distinzione di genere.
Il modello anglosassone del bere è sempre più popolare anche a latitudini mediterranee, l’assunzione di bevande alcoliche è sempre più ritualizzata (consumo nei weekend, fino all’ubriachezza), esasperata per quantità (rispetto al consumo qualitativo di un bicchiere di quello buono tipico della nostra cultura) e disgiunta dai pasti (il consumo di vino a pasto è, ma forse era, un’abitudine più squisitamente nostrana).
Dal rapporto internazionale emerge che il 47% dei ragazzi e il 30% delle ragazze italiani dichiara di consumare alcolici almeno una volta alla settimana.
Un dato che posiziona l’Italia al quinto posto in Europa, dietro soltanto a Malta, Ucraina, Inghilterra e Scozia, nazioni – Inghilterra a parte – molto meno popolose dell’Italia e la cui cultura sociale è storicamente più propensa al consumo di (super)alcolici.
E’ ora che tutti, istituzioni comprese si muovano unite verso una chiara direzione ed affrontino quello che sta diventando un problema serio, diffuso e devastante per la società e la nuova generazione italiana!

Comments Off
Nuovi articoli »